Da cosa dipende la salute del neonato: quattro chicche che forse non conosci

Da cosa dipende lo stato di salute del neonato? Geneticamente parlando si sa che la struttura del neonato dipende dai genitori ma, ultimamente, si sono fatte ulteriori ricerche che hanno evidenziato dell’altro. Scopriamo di che si tratta insieme.

Salute del nascituro: quello che non penseremmo mai

Alcuni studi e alcune campagne di informazioni iniziate a seguito di queste nuove scoperte mostrano che esiste una correlazione diretta tra lo stato di salute del nascituro e un altro fattore importante. Di che si tratta? Prima di vedere insieme di cosa stiamo parlando affrontiamo il tema di come prevenire i difetti congeniti.

I difetti congeniti

I difetti congeniti sono tutte quelle alterazioni che si verificano al momento del concepimento e che possono dar luogo a delle alterazioni e problemi di vario genere nello sviluppo del neonato. Tra i difetti congeniti rientrano a pieno titolo le malattie genetiche

In Italia, secondo alcune ricerche, sono oltre 25.000 i bambini che soffrono di difetti congeniti. In tutto il mondo la percentuale si aggira intorno al 5-6% dei neonati. Quello che molti non sanno è che si può fare moltissimo per prevenire tali difetti ponendo attenzione ad alcune cose già prima del concepimento sino ai primi due anni di vita del bambino. Tale periodo viene chiamato in gergo ‘i primi 1000 giorni di vita’.

Stato di salute del neonato e stato di salute del papà

Recenti studi, anche se si continua ad indagare in tal senso, evidenziano che lo stato di salute non solo della madre prima e durante la gravidanza ma anche lo stato di salute del padre al momento del concepimento sono fondamentali per conoscere come sarà la salute del nuovo nato. 

E’ importante quindi, quando si pensa di fare un figlio, progettarne la nascita in un momento in cui i due genitori stiano bene di salute. E’ infatti nel momento del concepimento che si concatenano gli eventi fondamentali per una corretta evoluzione dell’embrione prima e del feto poi. 

Eventuali fattori di rischio

Fattori a rischio possono essere un eventuale obesità paterna o sovrappeso, fumo, assunzione di farmaci o l’esposizione a sostanze tossiche o uno stile di vita non troppo sano. 

Potrebbe quindi essere utile per entrambi i futuri genitori in collaborazione con il proprio medico analizzare, se necessario, i cambiamenti eventuali da fare nello stile di vita per renderlo quanto più simile ad uno salutare (alimentazione varia ed equilibrata). Per la madre integrare acido folico anche prima del concepimento e ridurre o evitare il rischio di esposizione ad agenti genotossici.

Quindi non solo mamme ma anche futuri papà siete fondamentali per offrire al vostro piccolino una buona salute!

Post collegati

Ultimi articoli

Cosa include il benessere di tuo figlio di un mese? Chi sono i grandi esclusi?

Chi sono i grandi esclusi in tutto il periodo che inizia nel momento in cui una donna sa che è incinta sino alla nascita del...

Quanto deve crescere ogni mese il tuo bambino? Occhio a non improvvisare! Conosci le regole!

Una delle preoccupazioni principali delle neomamme, soprattutto quando è il primo figlio, è che il bambino non cresca abbastanza. Forse non riesce ad attaccarsi...

Vuoi allattare senza dolori? Alcune regole che non devi mai dimenticare

E’ uno dei problemi più avvertito dalle neo mamme e quello che più le preoccupa: non riuscire ad avere latte materno. Sanno quanto il...

Come e quanto dorme tuo figlio di un mese? Preoccupati se..

Come e quanto dorme tuo figlio di appena un mese di vita? Sei preoccupata perché dorme troppo o, viceversa, troppo poco? Come è il...

I riflessi del tuo bambino durante il primo mese celano qualcosa di importante..scopri di che si tratta

Ha solo un mese ed è ancora molto tenero. Sicuramente stai prestando la massima attenzione al tuo bambino ma, soprattutto se è il primo,...