Week end a Roma con bambini: con il programma giusto sarà uno spasso

Week end a Roma con bambini: con il programma giusto sarà uno spasso

Visitare Roma è certamente un piacere, sempre. Ma oltre al piacere dovrebbe essere un ‘obbligo’ morale soprattutto verso i bambini. Lo sappiamo, la città Eterna è un museo a cielo aperto. Anche senza pagare nessun biglietto si può godere della sua magnificenza. Una pecca però c’è ed è meglio farci i conti subito: Roma è grande, caotica e le file si trovano ovunque.

Ma niente paura, con un po’ di organizzazione e con i consigli di MestiereMamma, potrete vivere l’esperienza di un perfetto week end a Roma con bambini, di qualsiasi età 😉

L’importante sarà avere le giuste aspettative e partire dal presupposto che i bambini vanno rispettati nelle loro esigenze. Viaggiare in famiglia è arricchente ma i figli hanno la precedenza su di noi. E allora partiamo con qualche consiglio pratico generale.

  • Evitare file chilometriche per entrare in musei, aree archeologiche o siti d’interesse ‘alla moda’. Eventualmente acquistare i biglietti d’ingresso online.
  • Non organizzare visite in musei troppo grandi per i quali servirebbero giornate intere. I bambini hanno poca pazienza e vanno coinvolti, sempre. Valutare la difficoltà della vista rispetto all’età.
  • Cercate di avere sempre a portata di mano le comodità necessarie. Roma è grande e se i bambini sono piccoli sarà inutile evitare il passeggino se poi loro si lagneranno in continuazione di essere stanchi. Meglio visitare qualcosa in meno ma farlo nel confort.
  • L’acqua a Roma la trovate ovunque. Soprattutto nel centro ci sono fontanelle disseminate in ogni angolo ma il cibo? Con i bambini è sempre bene portare dietro i loro snack preferiti (cracker, biscotti, frutta…). Così eviterete file inutili, capricci e risparmierete soldi (le bancarelle vendono gelati a peso d’oro, optate sempre per gelaterie e bar classici).
  • Cercate sempre di scegliere i ristoranti prima e prenotarli. A Roma si mangia bene e con i bambini è meglio evitare il pellegrinaggio da un ristorante all’altro alla ricerca di un tavolo libero.

Un week end a Roma in famiglia: come organizzarsi per vivere bene la città

Per chi vede Roma per la prima volta, alcuni luoghi sono imprescindibili. Se però avete anche i bambini al seguito le cose potrebbero cambiare un po’. Vediamo dove, come e perché differenziare la tipologia di visita.

E per essere pronte a tutto senza farvi trovare impreparate dovete assolutamente leggere anche…

Week end a Roma con bambini: il primo giorno alla scoperta della bellezza

Dal Colosseo a Piazza di Spagna ammirando secoli di bellezza. Questo percorso, perlopiù pianeggiante e per lunghi tratti anche pedonale, potrebbe essere fatto anche con le biciclette dotate di seggiolini per bambini.

N.B. Per tutte le prenotazioni nei maggiori siti archeologici o museali cliccate direttamente sul nome del luogo che vorreste visitare così troverete i siti ufficiali.

  • Colosseo – Palatino e Foro Romano: biglietto d’ingresso unico da acquistare eventualmente online per evitare le lunghissime file. Se i bambini sono piccoli, direi sotto i 6 anni, e usano ancora il passeggino eviterei di entrare a li ammirerei solo da fuori. Se i bambini hanno dai 7 anni in su, la visita interna sarà invece un’esperienza unica per giocare a far finta di essere dei gladiatori. Via dei fori imperiali è un museo a cielo aperto e anche senza entrare c’è molto da ammirare. Tutta zona pedonale perfetta per le famiglie e per i bambini che potranno camminare liberamente.
  • Piazza Venezia, Vittoriano, altare della patria, Campidoglio: questa semplice passeggiata dal rinascimento al novecento è a costo zero. Eh già, Roma è così, per la maggior parte è gratis. Alla fine di via dei Fori imperiali potrete decidere se salire al Campidoglio e vedere la bellissima piazza michelangiolesca con tanto di statua equestre di Marco Aurelio (la copia, ovviamente, perché l’originale sta all’interno dei bellissimi musei capitolini che avendo tempo e bambini sopra i 10 anni sarebbero una gran bella chicca da visitare), o se passare oltre e vedere direttamente l’altare della patria con la tomba al milite ignoto. E poi ancora Piazza Venezia e la veduta d’insieme del Vittoriano, di via dei Fori, dell’Aracoeli e del Campidoglio.
  • Fontana di Trevi: i bambini non avranno mai visto la Dolce Vita di Fellini ma sicuramente si divertiranno a gettare una monetina nella fontana più famosa del mondo. Mi raccomando non fategli dimenticare il desiderio!
  • Piazza di Spagna: ed eccoci arrivati nella piazza delle romanità per eccellenza. La scalinata di Trinità dei Monti, la fontana della navicella e la via dell shopping più famosa al mondo, via Condotti, in un unico colpo d’occhio. Tutto gratis, bisogna solo riempire gli occhi di bellezza.
  • Se voi e vostri bambini avete ancora voglia di passeggiare fra tanta meraviglia potreste arrivare fino a Piazza del Popolo e vedere uno degli obelischi egiziani di Roma e poi salire ‘al Pincio’ dove avrete l’impressione di essere entrati in una cartolina. Da qui inizia ‘Villa Borghese‘ ma ve ne parlo nel prossimo programma.

Week end a Roma con bambini: secondo giorno fra relax e divertimento

In un week end a Roma con bambini non può mancare una giornata tipicamente romana a Villa Borghese, il polmone verde della capitale. Roma ha molte Ville (cioè parchi storici) ma certamente la tenuta Borghese è la più famosa, la più grande e quella più centrale che sarà facilmente raggiungibile. Cosa fare a Villa Borghese? Ma ovviamente un bel pic nic che i bambini di solito adorano e poi?

  • Noleggiare un risciò tutti insieme e scoprire le tante sorprese di Villa Borghese.
  • Andare a vedere l’orologio ad acqua, un tesoro nascosto.
  • Farsi un giro nel laghetto con la barchetta a remi
  • Di fronte la Casa del Cinema, c’è anche il cinema dei piccoli, carinissimo, con vicino giostre e area giochi e nel week end anche la possibilità di fare il giro sul pony (anche se ad essere sincera non mi piace molto questa attrazione)
  • Andare a vedere l’ippodromo a Piazza di Siena e la ludoteca nella Casina di Raffaello dove spesso vengono organizzati laboratori per bambini molto interessanti
  • Fare il giro sul trenino e se ancora non siete appagati, udite, udite!!! C’è anche lo zoo o meglio il Bioparco.
  • Se avete dei bambini più grandi, amanti dell’arte, oppure siete in gruppo e potete lasciarli per un paio d’ore, allora dovete assolutamente visitare uno dei più bei musei di Roma e del mondo. La magnifica Galleria Borghese.

Ultimo giorno del vostro week end a Roma: giro panoramico sul bus

Per l’ultimo giorno di vacanza nella Città Eterna una sorpresa che farà impazzire i vostri bambini. Senza stancarsi troppo e divertendosi, vi consiglio un open tour su uno dei fantastici bus turistici.

Come funziona l’open bus? Semplice, si acquista il biglietto e poi ci si siede comodamente, ascoltando nelle auricolari la storia dei vari monumenti che si possono ammirare. Se poi, volete scendere per visitarne qualcuno, basterà poi andare alla prima fermata bus e attendere che ripassi il vostro open bus.

Al vostro week end a Roma manca qualche tappa davvero imperdibile. Vediamo quali sono e ricordate di approfittare delle fermate dell’open bus 😉

  • San Pietro: la piazza con il favoloso colonnato berniniano è proprio lì a portata d’occhio e sarebbe un vero peccato non farsi due passi per ammirarla. Anche l’ingresso alla Chiesa è gratuito e ci vorrà solo un po’ di pazienza per la fila. Se volete salire sulla cupola valutate l’età dei bambini (secondo me minimo 6 anni).
  • Castel Sant’Angelo: il fascino di questo ex sepolcro romano divenuto residenza fortificata del Papa e anche prigione, è indiscutibile. A voi la scelta di cosa visitare.
  • Musei Vaticani (solo con bambini dai 10 anni in su) e prenotando i biglietti online
  • Piazza Navona: per finire in bellezza, una passeggiata che vi faccia ammirare la leggendaria ‘fontana dei quattro fiumi‘ del Bernini e la chiesa Borrominiana di Sant’Agnese in Agone. Poco distante il famoso mercato di ‘Campo de’ Fiori’ e a due passi anche Palazzo Farnese. Andando verso via del Corso si potrà vedere il palazzo del Senato della Repubblica.
  • Via del Corso e Montecitorio: chiudiamo questo intenso week end a Roma con bambini con un po’ di storia contemporanea. Passeggiando fra in negozi del Corso, incrocerete la famosa Galleria Alberto Sordi e proprio di fronte troverete piazza Montecitorio, in cui ammireremo la sede della Camera dei Deputati.

Condividi questo post

Forse ti interessa anche..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.