Che animale prendere con bambini piccoli in casa?

Che animale prendere con bambini piccoli in casa?

Siete amanti degli animali e quindi vi viene quasi naturale pensare di adottare un animaletto che crescerà insieme ai vostri bambini. Inoltre siete consapevole di quanto possa essere educativo per un figlio avere un animale domestico con cui giocare e di cui prendersi cura.

Anche se molti staranno già pensando a un cane, che è sicuramente l’animale con il quale c’è più interazione, in questo articolo prenderemo in esame anche altri animali. La domanda che potrebbe sorgere spontanea è: che animale dovrei prendere con dei bambini piccoli in casa? Vediamo cosa dicono gli esperti.

Adottare un animale domestico: alcune considerazioni generali

Prima di osservare nello specifico quale può essere l’animale più adatto se hai bambini piccoli, ecco alcune considerazioni generali da fare:

  • Indipendentemente dall’animale scelto è necessario, quando i bambini sono piccoli, essere sempre presenti nell’interazione tra i due per insegnare soprattutto al bambino come comportarsi con il suo nuovo amico.
  • Gli animali non sono peluches o giocattoli, hanno una loro struttura, personalità. Hanno esigenze e bisogni diversi che devono essere considerati soprattutto in relazione al programma di vita della famiglia. Esempio: siete molto impegnati con il lavoro o altre attività? C’è spazio nella vostra vita per accudire a un nuovo essere vivente che potrebbe occuparvi più tempo di quello che avete a disposizione? Amate viaggiare? Avere un animale potrebbe in un qualche modo limitarvi.
  • Lo spazio della vostra casa è tale da permettere al nuovo inquilino di avere i suoi spazi?

In base alle vostre valutazioni sarete in grado di scegliere l’animale più adatto alla vostra famiglia formata anche da bambini piccoli. Se volete avere tutte le info sugli animali domestici e i bambini, qui trovate tutti i miei articoli sul tema 😉

Animale da compagnia e bambini piccoli

Far crescere i propri figli in compagnia di un animale domestico aiuta lo sviluppo di empatia ed emozioni positive, ma va ricordato che i bambini, soprattutto quando hanno un’età inferiore ai 5 anni, sono ancora un po’ scoordinati nei movimenti e potrebbero inavvertitamente fare cose che possono dare fastidio all’animale.

È quindi di vitale importanza insegnare ai bimbi come avvicinarsi agli animali da compagnia in modo che non diventino un pericolo per loro e per questa ragione è bene, lo ribadiamo, essere sempre presenti. Un cane, se gli tira la coda, può ringhiare o addirittura mordere, un gatto può graffiare e un coniglietto può mordere con i suoi incisivi.

In alcuni articoli si legge che quando i bambini sono piccoli e si vuole acquistare un cane è meglio dirigersi verso taglie piccole. Può essere un consiglio giusto, un cane piccolo è meno pericoloso di uno grande avendo una apertura mandibolare più contenuta. Tuttavia, più che pensare alla taglia, a nostro avviso è più importante insegnare al bambino a comportarsi correttamente con il suo amico a quattro zampe.

Se decidete per un cane, insegnate a vostro figlio, anche se piccolo queste semplici regole:

  • Rispettare il cane. Anche lui ha i suoi momenti no per cui aiutate vostro figlio a capire quando non può giocare con lui.
  • Rispettare gli spazi. Insegnate a vostro figlio che non va infastidito mentre mangia o dorme.
  • Rivolgersi al cane con calma. I cani hanno un udito più fine del nostro e quindi se il bimbo urla potrebbe spaventarsi.
  • Giocare nel modo corretto. Mai cercare di rubare dalla bocca del cane un osso o un giocattolo. Mai rincorrere l’animale, ma chiamarlo, e premiarlo con una carezza e una frase carina quando arriva, così capirà che ha fatto una cosa giusta.

Vediamo quali animali sono adatti se avete bambini in casa

Ecco una breve panoramica di alcuni animali domestici e considerazioni importanti da fare con ciascuno:

  • Cane. Deve essere valutato il suo temperamento e se è capace di stare con i bambini. Una considerazione sui cani di piccola taglia: i bambini piccoli tendono a pensare che i cagnolini adorino essere raccolti, portati, abbracciati, vestiti, ecc. Niente potrebbe essere più lontano dalla realtà!
  • Gatto. Anche in questo caso ogni gatto ha la sua personalità. Un gatto più affettuoso è da ricercare più di uno che non vuole essere toccato! È sicuramente meno impegnativo di un cane. Considerazioni: i gatti possono mordere o graffiare quando sono infastiditi, per questo insegnate loro che non tutti i gatti amano essere tenuti in braccio e coccolati.
  • Coniglio. Carini per antonomasia, attivi e sociali, hanno però bisogno di un ampio recinto. Amano mordicchiar tutto ciò che gli capita! Considerazioni: come i gatti, i conigli possono essere bizzarri e alcuni non amano essere portati in giro, il che può essere difficile da capire per i bambini.
  • Pesce. Spesso considerato il primo animale perfetto per i bambini piccoli, sono membri della famiglia silenziosi e affascinanti da osservare. Un neo a sfavore: un bimbo non può interagire molto con un pesciolino!

Qualunque sia la vostra scelta, la decisione di far crescere il vostro bambino insieme a un animale gli insegnerà tanto e gli permetterà di conoscere il mondo che lo circonda!

Condividi questo post

Forse ti interessa anche..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.