Dilatazione della cervice: cos'è e quali sono i sintomi

Dilatazione della cervice: cos’è e quali sono i sintomi

La dilatazione della cervice è una parte fondamentale del travaglio, una fase essenziale per consentire al bambino di nascere. Ed è naturale per una futura mamma chiedersi: come saprò quando la mia cervice inizierà a dilatarsi? Quali sintomi è probabile che avvertirò? Sarà doloroso? Questo breve articolo spiegherà che cos’è la dilatazione della cervice e i maggiori sintomi ad essa associati.

Dilatazione della cervice: cosa si intende con questa espressione

L’appiattimento e l’apertura della cervice, o collo dell’utero, è detta DILATAZIONE ed è misurata in centimetri; la dilatazione viene considerata completa a 10 cm. Tale dilatazione avviene per mezzo delle contrazioni uterine che spingono il bambino verso il canale vaginale. Le informazioni che daremo sono generiche e possono variare molto da donna a donna. Per esempio, ci sono state mamme che hanno avuto contrazioni per settimane senza partorire e senza che avvenisse la dilatazione della cervice e altre che in pochi minuti e con poche contrazioni si sono completamente dilatate permettendo la fuoriuscita del bambino.

Dilatazione del collo dell’utero: i sintomi

Ecco alcuni sintomi che possono aiutare a comprendere se è iniziata la dilatazione della cervice.

Alle donne incinta si consiglia sempre di tenere pronte le borse per il ricovero. Normalmente tutto avviene nelle ultime settimane di gravidanza ma, per esperienza personale, vi consiglio di avere tutto pronto già dalla 32esima settimana.

Leggi anche questi altri articoli dedicati alla preparazione al parto:

L’IMPEGNO DELLA TESTA FETALE

Definito ‘impegno’, altro non è che l’inizio della discesa del bambino nel bacino materno. Esso può avvenire alcune settimane prima di partorire o addirittura poche ore prima del parto. In questa fase, visto che il bambino con tutto il suo corpo spingerà verso il basso, verso la vescica, sarà facile sentire una certa urgenza di urinare e un certo peso in basso verso la vagina.

TAPPO MUCOSO

Un’altro sintomo che sta iniziando la dilatazione della cervice è il vedere apparire del muco gelatinoso di colore marrone o rosa sulle vostre mutandine.

Durante la gravidanza, la cervice forma un sigillo chiamato tappo del muco. Questo impedisce ai batteri di spostarsi dalla vagina e causare infezioni pericolose per il bambino. L’assottigliamento della cervice, dovuto alla dilatazione, provoca l’espulsione del muco e la rottura di vasi sanguigni. Questo fa apparire il muco come rosa o marrone.

Potrebbe essere di vitale importanza consultare un ginecologo quando:

  • Il sanguinamento vaginale avviene nelle settimane precedenti alla 37^.
  • Il muco diventa rosso vivo (non striato di sangue).
  • Il sanguinamento è troppo intenso.

CRAMPI E MAL DI SCHIENA: LE CONTRAZIONI PREPARATORIE O DI BRAXTON

Una donna incinta, in un modo o nell’altro, sentirà dolori e crampi durante tutta la gravidanza. Ma se i crampi si verificano in basso, appena sopra l’osso pubico, questo potrebbe essere un segno che la cervice si sta dilatando.

La futura mamma potrebbe anche sentire un dolore sordo ad intervalli regolari nella parte inferiore della schiena. Potrebbe essere l’inizio delle contrazioni uterine.
Le contrazioni preparatorie, chiamate anche di Braxton, possono presentarsi già dal secondo trimestre di gravidanza. Il vostro corpo si sta preparando, appunto, al successivo travaglio.

Queste contrazioni si presentano spesso dopo aver praticato attività fisica. Anche i movimenti del bambino nell’utero possono provocarle. Normalmente, così come sono venute terminano. Se il fastidio è di una certa entità, lo si può ridurre con una doccia calda o bevendo di più.

CONTRAZIONI UTERINE

Ma le vere responsabili della dilatazione della cervice sono le contrazioni uterine e queste hanno alcune caratteristiche:

  • Si propagano dall’alto verso il basso.
  • Sono intermittenti nel senso che tra una contrazione e l’altra c’è un momento di riposo per dare alla futura mamma la possibilità di riprendersi e all’utero di ricevere la prossima contrazione.
  • Non si possono fermare.
  • Sono dolorose.

Molti descrivono la contrazione uterina come un’onda, la cui frequenza, durata e intensità aumentano con l’andar del tempo sino al raggiungimento della dilatazione della cervice di 10 cm, la quale permetterà al bambino di incanalarsi nella vagina ed uscire.

Durante le contrazioni l’utero si contrae e la pancia si indurisce causando dolore.

CONTROLLO CERVICALE

Il modo più ovvio per scoprire se si sta avendo una dilatazione della cervice è fare un controllo cervicale.

I controlli cervicali sono una parte ordinaria delle cure che si prestano durante il travaglio in ospedale.

Alcune donne presenteranno tutti questi sintomi prima del parto, altre solo alcuni e forse si manifesteranno in modo confuso. Ma la comparsa di questi cambiamenti fisici può indicare che il parto sta arrivando e presto potrete tenere il vostro bambino tra le braccia.

Avete pensato alla lista di nascita? Date un’occhiata ai miei consigli e non fatevi condizionare dalla vergogna di chiedere. Vi sarà utile scegliere le cose che davvero vi serviranno 😉

Qui trovate tutti gli articoli dedicati alla gravidanza e molto altro. Vi aspetto sul gruppo delle mamme per qualsiasi richiesta di confronto (cliccate qui sotto) <3

Gruppo Facebook

Leggi anche...
Condividi questo post

Forse ti interessa anche..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.