Metodo Montessori a casa: idee per organizzare gli ambienti domestici

Metodo Montessori a casa: idee per organizzare gli ambienti domestici

Sviluppato più di 100 anni fa dalla dottoressa italiana Maria Montessori, il metodo di insegnamento e apprendimento Montessori si basa sulla convinzione che i bambini siano, già da piccoli, in grado di iniziare le proprie esperienze di apprendimento. Molti genitori hanno sentito parlare dei programmi educativi Montessori, ma non tutti sanno che le teorie della Montessori sono concetti che si possono incorporare con successo a casa. In effetti, la dott.ssa Montessori ha iniziato a sviluppare le sue idee sul modo in cui i più piccoli imparano, mentre lavorava con bambini che vivevano in appartamenti a basso reddito. Oggi vedremo come rendere la nostra casa fruibile e sicura secondo il Metodo Montessori.

Metodo Montessori a casa: perché è importante ?

Perché un genitore dovrebbe considerare di inserire il metodo Montessori a casa? Esistono molte ragioni, ma la più importante è che si tratta di un ottimo modo per riconoscere e sviluppare le capacità di vostro figlio. Apportando alcune modifiche al vostro ambiente familiare, potrete incoraggiare la naturale curiosità e la potenzialità del vostro bambino di imparare.

Metodo Montessori a casa: da dove iniziare

Quando si tratta di implementare il metodo Montessori in casa, la maggior parte dei genitori sono incuriositi dall’idea, ma non sanno da dove cominciare. La prima cosa da fare è cambiare la mentalità. Come genitore, si deve iniziare a capire che i bambini – anche i più piccoli – sono in grado di fare più di quanto si pensi.

Organizzate la vostra casa.

Un posto per ogni cosa e tutto al suo posto” è uno dei principi importanti del metodo Montessori a casa. Quando designerete un posto per ogni cosa, vostro figlio imparerà rapidamente dove trovarli e dove riporli in modo autonomo. Questo è uno strumento essenziale per insegnare loro a essere responsabili delle loro cose e a ripulire i disastri che possono fare. Insegnategli a partecipare alle faccende domestiche a seconda dell’età. Per riorganizzare efficacemente l’ambiente di vostro figlio, la modifica più significativa sarà rendere le cose più accessibili per lui.

Come farlo? Ecco alcuni suggerimenti

  • Posizionate gli indumenti in cassetti bassi e spostate l’asta nell’armadio a livello degli occhi del bimbo in modo che possa raggiungere i suoi abiti da solo.
  • Mettete degli sgabelli in cucina e in bagno per consentire loro di lavarsi le mani in autonomia e in cucina affinché vi aiutino nella preparazione dei pasti. La cosa migliore sarebbe avere una Torre dell’apprendimento che è più sicura e permette attività diverse.
  • Posizionate giocattoli, giochi e altri oggetti su scaffali bassi in cui il bambino possa accedervi facilmente. A sua volta separate i giocattoli per categorie in vari cestini e bidoncini in modo che siano facilmente individuabili.
  • Conservate gli spuntini sani in basso nel frigorifero, o nella dispensa, in modo che il vostro bambino possa prenderli da solo quando avverte la fame.
  • Conservate le bevande in piccole brocche (possibilmente di plastica) situate sul ripiano inferiore del frigorifero, con tazze adatte ai bambini nelle vicinanze. Quando il vostro bambino ha sete permettetegli di versarsi da bere in autonomia, assicurandovi di tenere una spugna nelle vicinanze in modo che possa ripulire in caso abbia sporcato.
  • Nell’approccio Montessori i genitori sono anche incoraggiati a ruotare i giocattoli e i libri dei loro figli in modo regolare. L’obiettivo è quello di mantenere la loro curiosità fresca e prevenire la noia. Faticoso? Non necessariamente se li cambiate in base alle stagioni e agli interessi di vostro figlio. Per esempio, si entusiasma per i dinosauri? Allora includete sugli scaffali un cesto di dinosauri e alcuni libri sull’argomento adatti all’età. La chiave è incoraggiare l’esplorazione e la creatività. Qui qualche idea per giochi montessori fra 2 e 7 anni.

Il Metodo Montessori non ha età: chi ben comincia…

Se il vostro bimbo è ancora relativamente piccolo, provate a seguire questi semplici suggerimenti per rendere la vostra casa più fruibile e sicura per lui:

  1. Coprite le prese elettriche e rimuovete dagli scaffali più bassi gli oggetti che potrebbero inavvertitamente essere pericolosi per il vostro bambino. L’obiettivo è creare un ambiente che consenta loro di muoversi in autonomia ed esplorare liberamente.
  2. Rendete la cameretta montessoriana per essere adatta alle loro esigenze. Provate a mettere un materassino, o un tappeto di gomma, sul pavimento e i giocattoli adatti all’età a portata di mano. Questo li incoraggerà a passare dal sonno al gioco senza il vostro aiuto, una volta che sono in grado di gattonare e infine camminare. E’ importante proporre giochi e attività adatte ad un’età fra 1 e 2 anni.
  3. Utilizzate mobili per bambini. Invece di usare un seggiolone, provate ad usare un tavolino e delle sedie per i pasti. Metteteli nella cucina o nella sala da pranzo – accanto al tavolo dove mangiano gli adulti – e usatelo per i pasti, i momenti di merenda e le attività.

Sono sicura che sarà una grande soddisfazione per una mamma attenta rendere la casa un posto sicuro e istruttivo per il suo bambino. Ogni sforzo necessario ne varrà sicuramente la pena!

P.S. Non dimenticate che i bambini hanno bisogno di giocare all’aria aperta, anche se fa freddo. E hanno ancor più bisogno di sporcarsi le mani e di maneggiare materiali naturali e poveri. Ho dedicato un articolo alle attività da fare con i nonni che potrebbero farli impastare delle pizzette o farli giocare con i fagioli da sbucciare. Insomma è inesauribile il materiale per portare il Metodo Montessori a casa, basta solo avere la voglia di mettersi in gioco.

Gruppo Facebook

vegaoo_party
Leggi anche...
Condividi questo post

Forse ti interessa anche..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.