Dolori al petto nei bambini: quando preoccuparsi? Molte le cause

Dolori al petto nei bambini: quando preoccuparsi?

Se vostro figlio accusa dolore al petto significa che ha problemi al cuore? Non necessariamente! Anche se questo disturbo potrebbe allarmare i genitori e anche i bambini, solo in una percentuale molto bassa di bambini con dolore al petto è stata diagnosticata una patologia legata al cuore. Sono varie le cause che possono far avvertire dolori al petto nei bambini e molto spesso il dolore scompare così come è venuto. In questo articolo vedremo le cause del dolore al torace nei piccoli e quando è il caso di preoccuparsi.

Dolore al petto nei bambini: le cause

Per amore dell’argomento va detto che il dolore toracico è un sintomo frequente in età pediatrica. Raramente dipende dal cuore.

È più probabile un’altra causa, come una condizione respiratoria, muscolare, articolare ossea, gastrointestinale o di salute mentale. Spesso il dolore al petto scompare da solo, ma è utile sapere quali tipi di condizioni possono causarlo in modo da poter decidere se contattare il pediatra. Ricordiamo che anche la febbre nei bambini non è una malattia ma un sintomo quindi è sempre bene non allarmarsi ma essere vigili.

Dolori al petto nei bambini causati ….

… dalle ossa o dai muscoli del torace

  • Movimenti ripetuti come quando si pratica sport possono infiammare sia ossa che muscoli. Molto spesso si tratta di un dolore specifico.
  • Contusioni. Il dolore al torace può essere il risultato di un trauma, come una caduta o una collisione. Con qualche applicazione di ghiaccio e un po’ di tempo passa spontaneamente. Se dovesse essere molto intenso il dolore, può bastare un farmaco antidolorifico prescritto preventivamente dal medico.
  • Costocondrite. La costocondrite non è altro che l’infiammazione della cartilagine che collega la metà superiore allo sterno. Il dolore solitamente peggiora con respiri profondi o quando viene toccata l’area interessata. Il dolore può durare qualche secondo o più. La condizione dovrebbe andare via nel tempo.
  • Sindrome di Tietze. È anch’essa un’infiammazione delle articolazioni delle costole superiori e può essere causata da una forte e ripetuta tosse o da un’attività fisica che affatica il torace.
  • Petto incavato. Decisamente più rara questa situazione che si verifica quando lo sterno è affondato verso l’interno. Il dolore toracico e altri sintomi possono verificarsi perché il torace infossato non offre abbastanza spazio per il corretto funzionamento del cuore e dei polmoni del bambino.
  • Scoliosi. La curvatura innaturale della colonna vertebrale verso l’esterno, da un lato o dall’altro, può causare compressione sul midollo spinale del bambino e su altri nervi. Può anche distorcere la dimensione corretta della cavità toracica. Questo può causare dolore al petto.

… dai polmoni

  • Asma. I sintomi includono respiro corto, respiro sibilante e tosse.
  • Infezioni respiratorie. Queste possono includere bronchite infettiva e polmonite. Ovviamente i dolori al petto nei bambini affetti anche solo da tosse, sono assicurati.

Leggi anche tutti gli articoli dedicati all’aerosol: per quali ‘malanni’ usarlo e quale acquistare per far sì che anche i neonati lo facciano.

… dall’apparato gastrointestinale

  • Reflusso gastroesofageo. Esso può provocare una sensazione di bruciore al petto e può peggiorare dopo che il bambino ha consumato un pasto abbondante o si è sdraiato per riposare. Potrebbe essere necessario che il bambino modifichi la dieta o assuma farmaci per ridurre i sintomi.
  • Ulcere peptiche, spasmi o infiammazione nell’esofago, o infiammazione o calcoli nella cistifellea o nell’albero biliare, possono anche causare dolore al torace.

… dalla salute mentale

  • L’ansia può causare un iperventilazione nel bambino. Questo è associato a dolore toracico e sintomi come difficoltà respiratorie e vertigini.
  • Lo stress può anche innescare dolore toracico inspiegabile.

I bambini moderni, soprattutto quelli che vivono in città e sono costretti a dei ritmi di vita molto veloci soffrono spesso di problemi legati allo stress. Un valido aiuto per molti bambini e ragazzi può arrivare dalla Pet Therapy in tutte le sue varianti.

… da cause cardiache

I dolori al petto nei bambini possono, infine, essere correlati al cuore se sono accompagnati da dolore che si irradia al collo, alla spalla, al braccio e alla schiena o quando il bambino avverte vertigini o svenimenti, cambiamenti della pressione sanguigna o nel caso in cui ci sia una diagnosi di una precedente condizione cardiaca.

  • Le cause cardiache possono essere strutturali (origine anomala delle coronarie).
  • Le cause cardiache possono essere di origine infiammatorie (pericardite, miocardite), aritmie, dislipidemia, malattia di Kawasaki, vasospasmo, disordini del tessuto connettivo.

Quando chiamare il dottore

Il dolore al petto nei bambini può essere molto preoccupante e il presentarsi di alcuni sintomi dovrebbe spingerci a chiamare subito il pediatra. Questi includono:

  • dolore che si avverte dopo un’esercizio,
  • dolore che dura a lungo ed è particolarmente intenso,
  • dolore diffuso e non influenzato dalla posizione,
  • dolore che si manifesta unitamente a febbre, vertigini, nausea, svenimenti, sudorazione intensa, respirazione difficoltosa,
  • aumento del battito cardiaco,
  • se le labbra si dipingono di blu o di grigio.

Naturalmente se esiste familiarità per malattie cardiache o morte improvvisa sotto i 50, tali sintomi devono essere analizzati ancora più attentamente.

Per riassumere, generalmente i dolori al petto nei bambini non sono sintomi di un problema cardiaco. Non andare in ansia è sempre la cosa migliore che un genitore può fare per aiutare il proprio figlio ad affrontare qualunque problema, fisico o mentale.

Gruppo Facebook

Leggi anche...
Condividi questo post

Forse ti interessa anche..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.