Pet therapy e bambini: cos'è, come funziona e quali sono i benefici

Pet therapy e bambini: cos’è, come funziona e quali sono i benefici

Avete mai sentito parlare della Pet therapy? Qualche medico ve l’ha suggerita nel caso di vostro figlio? Oggi andremo alla scoperta di questa terapia dolce introdotta a metà degli anni 50. Scopriremo cos’è, come funziona e quali sono i benefici nell’attuarla.

La Pet therapy per bambini e adolescenti può essere il veicolo giusto per scoprire emozioni e incanalare energie. Spesso un animale può infondere amore e sicurezza con maggior intensità di un essere umano.

Pet therapy: cos’è

Letteralmente significa terapia dell’animale da affezione o da compagnia chiamata anche zooterapia. Il termine più corretto sarebbe Intervento assistito con gli animali.

È una terapia che si affianca, e non sostituisce, le terapie tradizionali e prevede un’interazione della persona in cura con un animale seguendo specifici obiettivi.

A coniare il termine, dopo averne visto i benefici, in particolare su un bambino autistico, fu lo psichiatra americano Boris Levinson. Dunque la Pet therapy per i bambini può davvero essere utile per problematiche anche molto complesse.

Gli animali scelti sono spesso cani e gatti ma si utilizzano anche cavalli, conigli e asini solo per citare i più utilizzati. Naturalmente la scelta dell’animale viene valutata secondo gli obiettivi da raggiungere. Inoltre l’animale deve superare certi criteri sanitari e comportamentali, valutati da un veterinario esperto in Pet therapy. Molto importante è la relazione tra l’animale e il suo conduttore, colui che lo ha addestrato (molto spesso è anche il proprietario dell’animale) e che necessariamente deve essere sempre presente ad ogni seduta.

Gruppo Facebook

Come funziona la terapia degli animali

Sono dei momenti di interazione guidata tra l’utente (bambino, adulto, anziano) e l’animale addestrato per il perseguimento di obiettivi stabiliti come, ad esempio, stimolare determinati comportamenti, nuovi modi di comunicare, un’apertura a nuove esperienze. Lo scopo della Pet therapy è quella di aiutare qualcuno a riprendersi o far fronte a un problema di salute o disturbo mentale.

È un dato di fatto, sperimentato più volte, che, in presenza di un animale domestico con il quale si è instaurata una buona relazione, l’utente si rilassa, il battito cardiaco diminuisce, calano le ansie e le paure. Gli animali infatti non danno giudizi, non rifiutano. Gli animali si donano completamente e per questo aiutano la socializzazione e aumentano l’autostima.

Prendersi cura di un animale domestico porta la persona a rivolgere la sua attenzione a qualcun altro che non sia se stesso, a mostrare compassione e a identificare i sentimenti dell’altro e quindi a riuscire a mostrare empatia. Tutte qualità estremamente importanti nella crescita dell’autostima e nella cura della depressione.

Inoltre, sviluppa l’intera sfera della comunicazione, che va oltre il linguaggio verbale.

Quali sono i benefici della Pet therapy per bambini e adolescenti

La Pet therapy con i bambini e i ragazzi può essere utilizzata in molti modi diversi. Gli obiettivi di un programma possono includere:

  • migliorare le capacità motorie e i movimenti articolari,
  • accrescere l’autostima,
  • aumentare la comunicazione verbale, sviluppare abilità sociali e migliorare le interazioni con gli altri,
  • favorire la disponibilità a partecipare alle attività,
  • ridurre la depressione e la solitudine,
  • ridurre la noia,
  • aiutare i bambini ad apprendere abilità empatiche.

L’interazione con un animale domestico può significare per un bambino sviluppare processi di apprendimento più rapidi e imparare a prendersi cura di qualcuno diverso da sé.

Accarezzare e coccolare un animale, giocarci insieme provoca il rilascio di endorfine, sostanze chimiche prodotte dal cervello dotate di una potente attività analgesica che hanno un effetto calmante. Questo può aiutare ad alleviare il dolore, ridurre lo stress e migliorare lo stato psicologico generale.

Con i ragazzi pre-adolescenti e adolescenti si può lavorare su concetti importanti come il rispetto, la fiducia, la reciprocità. Spesso la Pet therapy viene usata con vantaggio nei progetti di prevenzione al bullismo.

Particolarmente interessanti sono i risultati della Pet therapy per bambini e ragazzi con disabilità. Questi riescono a sperimentare una modalità di interazione più semplice e istintiva, ritrovare entusiasmo e motivazione nell’affrontare piccoli compiti quotidiani.
Il successo della terapia con l’animale dipende dal costruire il progetto secondo le specifiche della persona da aiutare.

Va detto, per completezza dell’argomento, che la Pet therapy può rivelarsi un percorso lungo. Sono interessate molte figure professionali, dagli educatori ai veterinari, dai medici di famiglia o pediatri ad accompagnatori per offrire una supervisione costante.

Sono davvero tanti i benefici di questa terapia dolce che fa riscoprire il naturale legame esistente tra esseri umani e animali. È un po’ come ritornare alle nostre origini, un riappropriarsi della nostra vera natura che non è fatta di plastica e tecnologia ma di rapporti autentici con altri esseri viventi!

vegaoo_party
Leggi anche...
Condividi questo post

Forse ti interessa anche..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.